On. Grimoldi, banche: Ghizzoni non verrà audito fino a dopo la legge di stabilità, per evitar crisi di governo e voto anticipato

15 maggio - L'ex amministratore delegato di Unicredit, Federico Ghizzoni, chiede di essere ascoltato quanto prima dalla commissione parlamentare d'inchiesta sulle banche per dare la sua versione sulla vicenda delle pressioni dell'allora ministro Boschi per l'acquisto di Banca Etruria.

Il fatto che lo stesso Ghizzoni anticipi che in ballo c'è la tenuta del Governo fa intuire che confermerà la versione di De Bortoli ovvero che la Boschi ha fatto pressioni per Banca Etruria e a riguardo ha mentito al Parlamento. Siamo però sicuri che l'audizione di Ghizzoni, con le solite mille scuse, verrà rimandata a tardo autunno, quando sarà già stata varata la legge di Stabilità lacrime e sangue e non sarà più possibile cambiare la rotta attraverso il voto anticipato, per la disperazione dei cittadini che saranno sommersi di nuove tasse la gioia del sistema bancario che ne trarrà vantaggio...

Così la legislatura arriverà al termine e la Boachi salverà per qualche altro mese la sua cadrega nel Governo...

Lo afferma l'on. Paolo Grimoldi, Segretario della Lega Lombarda e deputato della Lega Lombarda-Lega Nord 

Agosto 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1