Grimoldi, Milano: sindaco Sala è occupato solo a pensare gli immigrati. Ma ci sono migliaia di famiglie milanesi senza lavoro, senza casa e senza risposte per i loro malati o disabili

18 maggio - Giuseppe Sala si è fatto eleggere sindaco di Milano promettendo di affrontare e risolvere i problemi dei milanesi, non solo quelli degli immigrati. Non possiamo accettare che il sindaco Sala si permetta di bacchettare i sindaci della Lega Nord dicendo che lui 'non si gira dall'altra parte' di fronte al problema dell'immigrazione: è vero, lo ammettiamo, Sala per gli immigrati sta facendo tantissimo e in Nigeria, in Gambia o in Costa D'Avorio dovrebbero fargli un monumento per l'impegno e le risorse che mette per gli immigrati.

Ma a Milano ci sono decine di migliaia di famiglie di italiani senza lavoro, famiglie che non hanno una casa e non possono entrare nell'alloggio popolare di cui avrebbero diritto perché occupato abusivamente da immigrati, famiglie  con a casa un malato o un disabile che non riceve la giusta assistenza dalle istituzioni. I milanesi da un sindaco vorrebbero risposte su questo, non sugli immigrati.

Per questo i nostri sindaci preferiscono voltarsi dall'altra parte e guardare ai problemi concreti dei loro cittadini, tanto ai problemi degli immigrati ci pensano Sala e i sindaci del Pd che hanno sottoscritto il protocollo per l'accoglienza...

Lo afferma l'on. Paolo Grimoldi, Segretario della Lega Lombarda e deputato della Lega Lombarda-Lega Nord 

Agosto 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom