CALDEROLI. VOLANTINI PRO BR A MILANO, TERZO EPISODIO IN POCHI GIORNI. SEGNALE ALLARMANTE

1 OTT – Per la terza volta nel giro di pochi giorni a Milano si inneggia alle BR con uno scritto.

Stavolta è accaduto a Milano in via Monza, vicino ad un centro sociale con dei volantini che invitano alla solidarietà verso i detenuti politici sottoposti al '41 Bis', con riferimento ai brigatisti e a Nadia Desdemona Lioce, i capi delle Nuove Br, gli assassini di D’Antona e Biagi e del poliziotto Petri.

La settimana scorso c’erano state affissioni analoghe di manifesti a Sesto San Giovanni e fuori dalla sede dell’Università Statale.

Qui non parliamo di ragazzate, questo è un segnale inquietante e allarmante, che arriva dalla Lombardia dove, negli ultimi due mesi, si sono verificati una serie di attentati alle sedi della Lega, con proiettili inviati alla sede di Varese a luglio, con vetrine infrante o scritte spray alle sedi in Brianza e a quella di Bergamo, fino all’attentato incendiario di sabato alla sede di Cremona.

Un escalation preoccupante, un clima preoccupante.

Non vorremmo che dai volantini si passi alle rivendicazioni delle azioni portate a termine.

A proposito, ma a sinistra nessuno dice niente?

Oppure sono sempre compagni che sbagliavano e che continuano a sbagliare?

Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato.

Dicembre 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
18
19
20
21
23
24
25
26
30
31