La Lega a Pontida prepara il 2016. Bianchi: «Nostre Gallarate, Varese e Busto»

Grande successo nella Bergamasca e, sul palco, la culla del Carroccio non scompare. Il segretario Bianchi: «Alle amministrative guideremo le danze». Rech: «C’è la spinta»

sar

La Pontida dei cinquantamila manda in orbita la Lega Nord di Salvini: «Fino a che non libereremo l’Italia non molleremo mai» promette il leader. La riscossa sui territori si è già fatta sentire alle amministrative: nel 2016 in provincia di Varese sarà il Carroccio a guidare le danze. «La vittoria di Fagioli è un segnale chiaro». C’era tanta Varese anche quest’anno sul pratone di Pontida, ma anche sul palco, dove prima del gran finale diMatteo Salvini sono intervenuti tra gli altri Stefano Candiani, Giancarlo Giorgetti, Umberto Bossi e Roberto Maroni. L’entusiasmo e il record di presenze (50mila secondo quanto rivelato da Salvini) testimoniano un movimento in grande crescita. «Il dato politico - per il segretario provinciale leghista Matteo Bianchi - è che il fronte alternativo a Renzi si sta compattando attorno alla Lega. Un fatto che ci responsabilizza e che, parlo da sindaco, dovremo declinare sulle singole scelte amministrative». Bianchi lo va ripetendo da tempo, che alle amministrative delle grandi città del 2016 (Varese, Busto Arsizio e Gallarate) sarà la Lega a guidare le danze. E la «piccola grande Lega» di Salvini non ha paura di questo onere.

Fonte: La Provincia di Varese

Novembre 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30