Grecia:Salvini, diffidiamo Renzi, no soldi a banche tedesche Leader Carroccio, Tsipras calato braghe, ora prossima e' Italia

F Salvini

(ANSA) - GENOVA, 13 LUG - "Diffidiamo Renzi dal tirar fuori dalle tasche degli italiani un solo centesimo di euro per darlo non ai greci ma alle banche tedesche che speculano sulla Grecia, se cosi' facesse andiamo a ribaltare tutti i tavoli immaginabili da Milano a Roma". Cosi' il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, a Genova a margine del matrimonio del neoassessore regionale e vicesegretario federale Edoardo Rixi. "Tsipras ha calato le braghe, il problema e' che la prossima a dover rendere conto ai criminali di Bruxelles rischia di essere l'Italia", ha detto.

"Renzi non ha toccato palla, non era neanche nelle sale dove discutevano della Grecia, quindi e'
un disastro da tutti i punti di vista. Noi puntavamo sul popolo greco che aveva votato chiaramente dicendo 'no' a dei sacrifici inferiori a quelli che Tsipras ha ingoiato oggi", ha osservato il leader del Carroccio. "A me comunque interessa l'Italia, con tutto il rispetto per la Grecia, l'Italia non e' la Grecia, ha piu' potenzialita', ha piu' industrie, piu' commercio, piu' artigianato, non ha un governo con le palle ma spero che lo possa avere presto", ha aggiunto sottolineando che "il debito pubblico italiano continua ad aumentare". "Ci credo. Se tu sei in una gabbia di matti che ti impedisce di lavorare, chiudono imprese, chiudono negozi, chi e' che lo ripaga questo debito?
L'Europa sta perdendo una grande occasione di ridiscutersi, di ridisegnarsi, se non lo fa, ognun per se Dio per tutti, l'Italia da sola non ha niente da imparare e invidiare da nessuno", ha concluso.

Ottobre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
7
8
9
10
11
13
14
15
16
21
22
23
24
26
27
28