CALDEROLI. INPS. SE BOERI NON È D'ACCORDO SU NIENTE ALLORA LASCI, SI DIMETTA DUBITO, NESSUNO LO TRATTIENE SU QUELLA POLTRONA

Non è accettabile che il presidente INPS nominato dal Governo Renzi, Tito Boeri, continui a fare politica, continui a fare il leader occulto dell'opposizione sfruttando la carica di presidente INPS e la relativa visibilità mediatica che gli garantisce. Basta Boeri si dimetta perché non è in linea con le proposte di riforma previdenziale che sono nel contratto di questo Governo, perché non vuole quota 100, perché non vuole un calo dell'immigrazione perché a suo dire saranno gli immigrati a pagarci le pensioni. Nessuno lo trattiene, Boeri se ne vada senza continuare a criticare tutto. È una semplice questione di coerenza, se ne vada. 

Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato

Luglio 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
16
17
22
23
24
29
30
31